Il Gruppo Campanario
Le campane di Montegaldella
Attività del gruppo
Poesie sulle campane



LE CAMPANE DI GHIZZOLE

Le campane di Ghizzole il giorno dell'inaugurazione, il 25 novembre 2012.

Nel 1912 a Ghizzole fu eretta la chiesa dedicata al martire romano S. Tarcisio per servire gli abitanti di questa zona, ubicata sul margine occidentale della Diocesi Padovana lungo il tratto destro del fiume Bacchiglione. Fino ad allora le funzioni religiose erano celebrate presso l’Oratorio privato della Villa cinquecentesca dei conti Ragona.

 Contemporaneamente alla costruzione della chiesa si realizza l’erezione del campanile adiacente alle mura della stessa. Inevitabile porsi la necessità, una volta ultimata l’erezione del campanile, di dotarlo di campane. Purtroppo le esigue casse non permettevano spese “importanti” per cui si cercò di arrangiarsi con quello che ciò che era più economico. A pochi km di distanza, a Villaganzerla, frazione del comune di Castegnero, si stava costruendo la nuova chiesa parrocchiale con annesso campanile. Le tre campane del vecchio campanile, che si era deciso di non ricollocare in quello nuovo (furono acquistati nel 1923 cinque bronzi dalla Fonderia Cavadini di Verona) venirono allora acquistate a prezzo modesto dalla comunità di Ghizzole. Perciò, per alcuni anni, risuonarono a Ghizzole le tre antiche campane di Villaganzerla.

Tuttavia i paesani non le “sentivano” cosa loro. Fu così che a metà degli anni Trenta si decise di rifondere le tre campane accrescendo il loro peso. Fuse nel 1936 dalla Fonderia Colbachini di Padova, domenica 21 settembre 1936 Mons. Carlo Agostini benedì le tre campane che, in seguito, venirono inaugurate a concerto dal gruppo campanario di Montegaldella.  Fino a metà degli anni Sessanta furono suonate dal sacrestano che fungeva anche da campanaro. Quando questi emigrò, lasciò un vuoto incolmabile: le campane divennero mute per 47 anni! A causa del degrado della cella campanaria e del disuso delle campane stesse, furono tolti i battenti per salvaguardare l’incolumità dei parrocchiani e delle scale di accesso alla torre, e si realizzò in alternativa un impianto con megafono per diffondere il suono delle campane.

Il gruppo campanario di Montegaldella, costituitosi all’indomani dell’inaugurazione del nuovo concerto di campane (8 dicembre 1979) della parrocchiale di S. Michele Arcangelo, sensibile a tale “mancanza”, cercò di sensibilizzare la comunità di Ghizzole promuovendo nell’agosto del 1988 l’iniziativa di far sentire/vedere un concerto installando vicino alla chiesa un castello con campane in cui, per un paio di giorni, il gruppo si cimentò a servire le funzioni religiose.

Erano i tempi in cui la parrocchiale era diretta da Don Liberale Guarise. Parroco “d’altri tempi”, amante del suono delle campane, voleva il recupero del concerto ma con l’idea suggestiva (vuoi irrealizzabile) di innalzare il campanile di almeno altri 10 metri.  Purtroppo l’improvvisa morte del parroco pose fine a qualsiasi realizzo fino a che… anche i “miracoli” possono arrivare. Oggi, grazie alla passione e alla disponibilità di alcuni “Ghizzolesi”, nonché alla premurosa attenzione del Gruppo Campanario di Montegaldella si è intervenuto, dopo varie riunioni intraprese sin dal 2009, alla ristrutturazione muraria del campanile e successivamente al restauro del vecchio concerto di campane e integrazione di tre nuove campane. Per tali lavori la comunità di Ghizzole si è fatta carico di €. 47.550.15. Dal 25 novembre 2012 a Ghizzole le campane sono ritornate a suonare.

Note:

Le campane di Ghizzole vennero acquistate a Villaganzerla e pesano complessivamente Kg. 413,50. Pagate a £.4,50 al Kg. con un importo totale di £.4755. Saldato il conto il 17 agosto 1923

Le  tre campane acquistate nel 2012 dalla ditta austriaca “Grassmayr” sono costate €. 10.587,50


LE CARATTERISTICHE TECNICHE DELLE CAMPANE DI GHIZZOLE

CAMPANA N. 1 A.D. 193  Emette la nota "LA 3" Peso 306 kg.

Ø bocca 82 cm. Peso ceppo in ghisa 110 Kg. Ø ruota 1500 mm..

Porta raffigurata l'immagine di S. Tarcisio e la seguente iscrizione:

« FULGORE (sic) ET TEMPESTATE LIBERA NOS DOMINE ».

Fusa dalla “Daciano Colbachini & Figli di Padova”.

 

CAMPANA N. 2 A.D. 1936  Emette la nota "SI 3 Peso 211 kg.

Ø bocca 72 cm. Peso ceppo in ghisa 72 kg. ruota Ø 1360 mm.

Porta raffigurata l'immagine di Maria Immacolata e la seguente iscrizione: «SOLI DEO HONOR ET GLORIA».

Fusa dalla “Daciano Colbachini & Figli di Padova”.

 

CAMPANA N. 3 A.D.1936 Emette la nota "DO#4" Peso 147 kg.

Ø bocca 64 cm. Peso ceppo in ghisa 53 kg.. Ruota Ø 1200 mm. Porta raffigurata l'immagine di S. Antonio e S. Agnese con la seguente iscrizione: «LAUDO DEUM VERUM, PLEBEM VOCO CONGREGO CLERUM».

Fusa dalla “Daciano Colbachini & Figli di Padova”.

 

CAMPANA N. 4  A.D. 2012 Emette la nota "RE 4". Peso 159 kg.

Ø bocca 63,4 cm. Peso ceppo in ghisa 48 kg. Ruota Ø 1100 mm.

Porta raffigurata l'immagine di S. Giuseppe Lavoratore e la seguente iscrizione: «Fam. FUREGON».

Fusa dalla  “Grassmayr” di Innsbruck (Austria)

 

CAMPANA N. 5 A.D. 2012 Emette la nota "MI 4". Peso 122 kg

Ø bocca 56 cm. Peso ceppo in ghisa 48 kg. Ruota Ø 1000 mm.

Porta raffigurata l'immagine di S. Leopoldo Mandić e la seguente iscrizione: «Fam. ZANETTIN GIANNI-PIETRO».

Fusa dalla  “Grassmayr” di Innsbruck (Austria)

 

CAMPANA N. 6 A.D. 2012 .Emette la nota "FA# 4". Peso79 kg

Ø bocca 50 cm. Peso ceppo in ghisa 25 kg. Ruota Ø 950 mm.

Porta raffigurata l'immagine di Santa Maria Goretti e la seguente iscrizione: «Fam. SBALCHIERO».

Fusa dalla “Grassmayr” di Innsbruck (Austria)

Le 3 campane di Colbachini fuse nel 1936 pesano in totale 150 kg in più rispetto a quelle acquistate e poi rìfuse di Villaganzerla. Le rilevazioni sonore sono state eseguite nel 2012 e il concerto è calante 1/32° in 435Hz.



Testi e immagini a cura di Lucio Barbieri



Parrocchia di Montegaldella - Via Roma, 2 - 36047 Montegaldella (Vicenza)- telefono 0444 737625 - fax 0444 737625 - email info@parrocchiamontegaldella.it
Copyright Parrocchia Montegaldella 2019