Calendario Attività Parrocchiali
Visite guidate alla chiesa
La Facciata restaurata
L'Organo restaurato
Il Gruppo Campanario
Ricerche genealogiche e Certificati



PASQUA DI RISURREZIONE

Egli doveva risorgere dai morti (Gv 20,9)         

La Risurrezione di Cristo, Paolo Veronese (1528-1588),  Chiesa di S. Francesco della Vigna (Venezia). 

Gesù è risorto, è vivo, è di nuovo con noi. La vittoria della morte su di lui è stata passeggera: questo il lieto annuncio che oggi ci è rivolto; annuncio che può correre il rischio di non sorprendere più, ma che pur sempre ha la forza di ridonare gioia e speranza a quanti stanno vivendo l’esperienza della sofferenza, della difficoltà e dell’insuccesso. Il sepolcro vuoto (vangelo) e la testimonianza di Pietro (1a lettura) sono i motivi proposti per rinnovare la nostra fede nel “Vivente”, perché il nostro comportamento sia segnato dalle prospettive aperte dalla risurrezione (2a lettura). Tutta la vita di Gesù è stata una sorpresa continua: la sua nascita, la sua vita pubblica, la sua morte, in particolare la sua vita di Risorto. Il vangelo odierno parla della sorpresa, dello sconcerto di Maria di Magdala, di Pietro e Giovanni, all’indomani della sepoltura di Gesù: il sepolcro, simbolo e dimora della morte, è vuoto, non custodisce alcun cadavere, ma solo “teli posati là” e il “sudario avvolto in un luogo a parte”, come se fosse abitato da un vivente. È un segno: la morte non ha afferrato Gesù; la sua vittoria su Cristo è stata solo momentanea, passeggera: lui in effetti vive, perché Dio ha premiato la sua fedeltà risuscitandolo dai morti. Gesù è entrato in una nuova condizione esistenziale, difficile da definire, ma di cui gli apostoli iniziano a fare una sicura esperienza. Per questo anche noi possiamo essere nella gioia, che ci impegna a ritrovare oggi il Risorto nei luoghi che egli ci ha indicato: la sua Comunità, i Sacramenti, la sua Parola, il prossimo, il nostro cuore, i fatti della vita quotidiana. 


OFFERTE PER I LAVORI DI RESTAURO DEL CENTRO PARROCCHIALE

Vuoi contribuire ai lavori di restauro del centro parrocchiale? Di seguito riportiamo le coordinate bancarie per chi volesse contribuire direttamente al fondo per i lavori di restauro del centro parrocchiale.

Intestatario: PARROCCHIA S. MICHELE ARCANGELO
IBAN: IT82X0859063110000010333330

Causale: CENTRO PARROCCHIALE




Parrocchia di Montegaldella - Via Roma, 2 - 36047 Montegaldella (Vicenza)- telefono 0444 737625 - fax 0444 737625 - email info@parrocchiamontegaldella.it
Copyright Parrocchia Montegaldella 2019